By Admin
Posted: Updated:
0 Comments

A Torino gli studenti viaggiano sulla stessa lunghezza d’onda dei diritti uguali per tutti! Al piano terra della Palazzina Einaudi apre l’auletta Lambda, sede del Collettivo LGBT Identità Unite. Uno spazio nuovo all’interno dell’università per dare voce ai temi dell’ide
ntità, del genere, dell’orientamento sessuale, dei diritti civili, e della lotta contro l’omotransfobia.

Che cosa significa Lambda?

Siamo i lontani parenti di un12a confraternita americana? No. In greco, lambda è l’iniziale del verbo lyein, che significa “sciogliere” ma anche “liberare”. A Sparta, la lettera richiamava simbolicamente l’unità di tutti cittadini, mentre a Roma simboleggi
ava la luce della conoscenza gettata nell’oscurità dell’ignoranza.

L’auletta Lambda vuole essere innanzitutto uno spazio libero e aperto, in cui tutti possano entrare in qualsiasi momento e sentirsi come a casa. Senza giudizi e discriminazioni. Uno spazio in cui circolino valori di cultura, condivisione e rispetto.

Chi c’è in Lambda?

Chiunque. Passaggi di gente e passaggi di idee. Potresti esserci anche tu, che stai leggendo. “LGBT” è una sigla che rappresenta l’insieme delle persone per le quali l’auletta mira a essere un punto di riferimento e di garanzia. Tuttavia, non vuole essere esclusiva e autoreferenziale: i diritti LGBT sono in fondo i diritti di tutti, e la lotta alla discriminazione significa inclusione e partecipazione di tutti, non solo delle categorie tradizionalmente discriminate. Per questo, in Lambda, chiunque è il benvenuto. Fuori dalla porta lasciamo solo la discriminazione!

Quando?

Il Collettivo Identità Unite si riunisce una volta a settimana per discutere delle attività e dei progetti in corso, ma l’auletta è aperta ogni giorno a curiosità e a iniziative esterne, a richieste di informazioni e persino a critiche, a chiacchiere prolungate sulle poltrone o a quattro parole scambiate sulla soglia.

Non sei un tipo da riunioni o non ti interessa l’attivismo?

No problem. Lambda è stata pensata non solo come luogo di dibattito e informazione per un gruppo ristretto, ma come zona franca, dove universitari e universitarie tutt* possano, per un attimo, smettere i panni di studenti atti a sfornare CFU, per riappropriarsi della propria identità di persone. Prendere fiato. Respirare. Non siamo solo participi presenti del verbo studiare, siamo ragazzi, ragazze, donne lesbiche e donne etero, donne che un tempo erano uomini, uomini etero e uomini gay, uomini che un tempo erano donne, transgender, cisgender. Lambda libera la tua identità, qualunque essa sia. Abbiamo un divano, abbiamo una macchinetta del caffè: prenditi una pausa e vieni a conoscerci!

About the Author
Related Posts

Sorry, nothing here!