By Admin
Posted: Updated:
0 Comments

Questo evento nasce da una nostra idea per collegare due date importanti del mese di Novembre : il TDoR (Transgender Day of Rememberance ) del 20 Novembre e la Gornat Contro la Violenza sulle Donne del 25 Novembre.

L’obiettivo è sensibilzzare studenti, studentesse e chiunque  fosse interessato su un tema poco affrontato e conosciuto : la transessualità e il transgenderismo.

Per mezzo di conferenze, proiezioni e mostre fotografiche vi mostreremo le situazioni delle persone transessuali  e transgender nei diversi ordinamenti del mondo, vi racconteremo attraverso testimonianzequali sono le difficoltà che una persona T incontra nella vita di tutti i giorni, vi faremo  scoprire sotto quali profili le persone trans sono tutelat* e sotto quali invece in Italia mancano ancora delle norme adeguate e vedremo insieme quanta strada è stata fatta e quanta ancora ne abbiamo davanti.

RIVENDICAZIONE

Anche quest’anno abbiamo deciso di partecipare alla Trans Freedom March, evento organizzato dal Coordinamento Torino Pride in concomitanza del Transgender Day of Remembrance. Istituito nel 1998 da Gwendolyn Ann Smith, graphic designer, giornalista e attivista trans, in memoria di Rita Hester, una trentaquattrenne transessuale, brutalmente assassinata ad Allston, Massacchussetts, il TDoR viene celebrato ogni anno, il 20 novembre, per commemorare le vittime di transfobia e per portare l’attenzione sulla continua violenza subita dalla comunità trans. Dall’anno scorso a Torino viene organizzata una marcia per connotare il TDoR come una manifestazione di lotta per i diritti trans e non più soltanto come una silenziosa commemorazione. La mancanza di una legislazione che contrasti l’ omotransfobia, la scarsa informazione e sensibilizzazione rende ancora oggi necessario eventi di questo genere. Infatti, le persone transessuali e transgender vengono ancora emarginate e discriminate in tutti gli ambiti della vita, inclusi quelli che permettono il raggiungimento di autonomia e soddisfazione personale come il lavoro o l’istruzione.

27

In ambito universitario, l’Università di Torino è stata innovatrice nell’introdurre, per prima in Italia nel 2003, il doppio libretto per gli studenti e le studentesse in transito. Con l’abbandono del libretto cartaceo si sono presentate nuove difficoltà, risolte a giugno di quest’anno con l’introduzione della “carriera alias”. Manca però un’adeguata sponsorizzazione di questi strumenti e del Comitato Unico di Garanzia (ex pari opportunità), organo al quale ci si deve rivolgere per attivare una carriera alias. Inoltre questa possibilità è riservata a chi ha già intrapreso un percorso di transizione, escludendo per cui le persone che non hanno i mezzi o la volontà di intraprendere tale percorso.
L’ adeguata sponsorizzazione e il miglioramento di questo strumento permetterebbe di ridurre l’altissimo tasso di abbandono dei/delle studenti/esse transgender iscritti all’università.

Critica è anche la situazione lavorativa delle persone transgender che hanno difficoltà a entrare nel mondo del lavoro: di questo è complice non solo il contesto socio-culturale ed economico ma anche quello politico perchè incapace di adotta25 (3)re politiche del lavoro e di sostegno adeguate per i soggetti discriminati. In molti casi le persone transgender sono costrette a prostituirsi e questo è inaccettabile.
Politiche attive del lavoro mirate e sensibilizzazione della società per contrastare l’omotransfobia sono elementi essenziali per garantire un futuro dignitoso a queste persone e per costruire una società più inclusiva e aperta nei confronti di tutte le diversità.

EVENTI

23/11 aula B3 ore 14.00 THE CULTURE OF QUEERS

Lezione di cultura omosessuale con il professore Richard Dyer, docente presso il Dipartimento di Film Studies del King’s College di Londra e autore di importanti opere sulla teoria queer. Dopo un’introduzione sulle definizioni di cultura omosessuale, cultura gay, cultura queer, Dyer osserverà gli elementi coinvolti nella comprensione della sessualità fra persone dello stesso sesso, ripercorrendo la storia del cinema (dal 1916 ad oggi).

24/11 aula F5 ore 14 TRANSESSUALITÀ E TRANSGENDERISMO NELLA GIURISPRUDENZA MODERNA: M,F o ALTRO?
Qual è l’iter giuridico per la riattribuzione sessuale? Quali difficoltà si possono presentare? Qual è la situazione delle persone transessuali e transgender nell’ambito di diritto di famiglia? Ospiti: dott. Joelle Long, avv. Zagarese, Beatrice Scella (Maurice).
IMG-20151124-WA0011

25/11 aula D4 ore 17.00 PROIEZIONE DEL FILM BEAUTIFUL BOXER

In collegamento con (VIOL)AZIONE E NARRAZIONE, serie di incontri organizzati dal C.U.G. per la giornata internazionale contro la violenza sulle donne, proiezione del film Beautiful Boxer e dibattito sulla violenza contro le donne transessuali. A seguire Sabrina Sarno leggerà una sua poesia sul tema. Ospiti: Silvia Giorcelli (presidentessa del C.U.G.), Elena Bigotti (avvocata del Telefono Rosa), Pier Luigi Gallucci (psicologo Sportello ARIA).

23/11 – 25/11 Auletta Lambda STESSE MANI, STESSO AMORE

Mostra fotografica “Sacab96_f94eb6f5942744f9ae8a7420da6d6deetesse mani, stesso amore” di Brian Iotti. Uguaglianza e parità sono i messaggi cardini della mostra che, attraverso una serie di scatti, mette in luce un dato di fatto spesso poco scontato: l’amore nonostante le sue molteplici declinazioni è unico e uguale a tutte le coppie.

About the Author
Related Posts

Sorry, nothing here!